TAB LATERALE
BOTTONE PAGINE SOCI
 
titolo

News 

 
30/10/2016
Assemblee Straordinarie dei Soci: sì alla nascita di Banca Patavina

Nella seduta del 30 ottobre a Padova, eletto il Consiglio di Amministrazione che guiderà la nuova Banca di Credito Cooperativo

 

Domenica 30 ottobre lei Soci della BCC di Sant'Elena e quelli della BCC di Piove di Sacco, riuniti separatamente in seduta assembleare straordinaria, hanno detto sì alla nascita della nuova Banca di Credito Cooperativo Patavina, frutto della fusione tra le due storiche cooperative di credito.
Un parere positivo, dunque, al progetto elaborato congiuntamente dai due Consigli di Amministrazione e già approvato, lo scorso 31 agosto, dalla Banca d’Italia.
Assemblee molto affollate (oltre 2.000 i Soci complessivamente presenti, in parti più o meno uguali tra le due BCC) e un voto praticamente unanime.
Banca Patavina sarà operativa con 42 sportelli (38 nella provincia di Padova e 4 in quella di Venezia) e avrà copertura territoriale su 75 comuni (62 della provincia di Padova, 11 della provincia di Venezia e 2 della provincia di Rovigo). Altri dati della banca aggregata, desunti dal bilancio cumulato delle due BCC al 31 dicembre 2015, hanno fotografato la dimensione che assumerà la nuova Banca; in particolare: 8.650 Soci; oltre 52 mila clienti; 347 dipendenti; quasi 2 miliardi di attivo; 1,4 miliardi di crediti lordi alla clientela; 1,5 miliardi di raccolta diretta; 500 milioni di raccolta amministrata e gestita; un patrimonio superiore a 150 milioni di euro.
Nel corso degli eventi assembleari non sono mancati gli interventi dei Soci, rassicurati in merito agli obiettivi dell’aggregazione, che dà luogo a un rafforzamento reciproco, in grado di rendere più solide ed efficienti le due BCC, affini non solo per territorio ma anche per modalità di servizio, salvaguardando al contempo la vocazione localistica, la centralità del Socio e l'attenzione al Cliente.
Si è anche provveduto, come previsto dalle norme transitorie, all’elezione del nuovo Consiglio di Amministrazione, che dal 1 gennaio  governerà Banca Patavina, composto da undici membri.
“Ci è sembrato importante, – hanno spiegato i presidenti Leonardo Toson (Piove di Sacco) e Gianni Pavanello (Sant’Elena) - in questa fase di passaggio, garantire un’adeguata rappresentanza dei vari ambiti territoriali in cui BCC Patavina è presente. Il piano industriale, tuttavia, prevede che, una volta consolidato l’impegno della nuova BCC, il numero dei membri del consiglio di amministrazione sia ridotto a nove componenti”.
Questi i membri della governance della Banca Patavina: Livio Benetazzo, Vanni Ceccarello, Mauro Frasson, Manuela Menin, Gianni Pavanello, Mirko Trovato (già membri del consiglio di amministrazione della BCC di Sant’Elena); Luigi Boscolo Cegion, Gian Filippo Panazzolo, Fabrizio Pavan Bernacchi, Fausto Pittarello, Leonardo Toson (BCC Piove di Sacco).
Eletto anche il Collegio Sindacale, formato da Alberto Beltramin (Presidente), Marco Callegari, Alessandro Miolato (Sindaci effettivi).
 
Il Presidente di Banca Patavina sarà Leonardo Toson, il Vice Gianni Pavanello; Direttore Generale sarà Gianni Barison (Piove), mentre Michele Risi (Sant’Elena) ricoprirà il ruolo di Vice Direttore.
La Direzione Generale e la Sede operativa saranno a Piove di Sacco, mentre la Sede Legale sarà a Sant’Elena.