TAB LATERALE
BOTTONE PAGINE SOCI
 
titolo

News 

 
31/05/2017
L'Assemblea Generale dei Soci approva i bilanci delle ex Bcc di Sant'Elena e Piove di Sacco e conferma l'adesione al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea
BANCA PATAVINA: PRIMA TRIMESTRALE DOPO LA FUSIONE GIA’ IN POSITIVO


 
Assemblea dei Soci 2017
 
Prima Assemblea Ordinaria dei Soci della neonata Banca Patavina, domenica 28 maggio a Padova Fiere, per l’approvazione dei bilanci d’esercizio 2016 delle due ex Bcc di Sant’Elena e di Piove di Sacco e della proposta di adesione al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea.
L’appuntamento ha rappresentato anche la prima occasione pubblica di incontro per tutti gli oltre 9.000 Soci di Banca Patavina, chiamati ad approvare, congiuntamente, i due bilanci di quella fusione su cui si erano già positivamente espressi lo scorso 30 ottobre.
 
I bilanci portati all’attenzione dell’Assemblea ed illustrati dal Presidente Leonardo Toson, dopo il saluto del Vice Presidente Gianni Pavanello, sono stati fortemente caratterizzati dalla straordinarietà del percorso di fusione completato il 1° gennaio scorso, con la nascita della nuova Banca di Credito Cooperativo. Entrambi presentano un risultato d’esercizio in disavanzo, determinato dalle specifiche scelte adottate dai due Consigli di Amministrazione e riferite, soprattutto, agli oneri connessi agli esodi volontari del personale, ai costi amministrativi di fusione, ma in particolare ad un ulteriore rafforzamento delle rettifiche di valore, che hanno determinato il significativo incremento degli indici di copertura sul credito deteriorato (+ 2 punti percentuali per ex Sant’Elena e + 8 punti percentuali per ex Piove di Sacco).
Questi oneri, imputati nei conti economici del 2016 delle due Banche, a cui si sono affiancati gli impegni e le priorità che hanno assorbito risorse ed energie delle due Banche nel corso dello scorso anno, hanno poi consentito un più efficace e pronto avvio della nuova Banca Patavina.
“Banca Patavina – aggiunge il Direttore Generale Gianni Barison – è partita con il piede giusto. Si presenta infatti al 30 aprile, dopo 4 mesi di attività, con una raccolta complessiva da clientela di 2 miliardi di euro, in crescita di 20,2 milioni, impieghi per complessivi 1,3 miliardi di euro, in leggera flessione, un patrimonio di 131 milioni di euro con indici patrimoniali superiori ai limiti richiesti, indicatori economici in linea con le previsione del piano industriale che consentono di rappresentare, al 31 marzo 2017, un risultato trimestrale già positivo. Sono circa 53.000 i clienti, serviti oggi da 37 filiali, dopo il recente accorpamento di 5 filiali sovrapposte e presenti in 75 comuni delle province di Padova, Venezia e Rovigo”.
 
I 650 Soci presenti sono stati inoltre chiamati a confermare l’orientamento di Banca Patavina di aderire alla capogruppo Iccrea nel processo di riforma delle Bcc.
Al riguardo, il Presidente Toson sottolinea come si sia trattato di una scelta logica e coerente, operata sulla base di criteri molto chiari e stringenti. “Iccrea è un gruppo che esiste da oltre trent’anni, è cioè una realtà, in parte migliorabile, ma già esistente e conosciuta anche dagli organismi di vigilanza italiani ed europei. C’è poi la questione del “capitale” atteso che le norme funzionali alla costituzione di un Gruppo Bancario impongono un patrimonio minimo iniziale di 1 miliardo limite già consolidato per il gruppo di Roma che conta su di un patrimonio di  1,7 miliardi. Il terzo aspetto che ha determinato il nostro orientamento riguarda la strategica infrastruttura informatica: quella di Iccrea si interfaccia non solo con l’ex Iside comune a tante Bcc, ma anche con diversi altri sistemi informativi” in uso presso le BCC/Casse Rurali italiane permettendo così una maggiore flessibilità nelle scelte industriali di chi deve scegliere tra i due poli.
 
L’esperienza positiva della fusione condotta ed interpretata secondo il criterio della pari dignità è stata raccontata in una pubblicazione edita da Ecra dal titolo “Pari Dignità – Cronache di una fusione”, che uscirà il prossimo mese di giugno.