TAB LATERALE
BOTTONE PAGINE SOCI
 
News BCC territorio e sociale

News BCC territorio e sociale

 
Territorio e Sociale
06/06/2017
Scene di Paglia, perfetto connubio fra cultura e territorio

L’evento di inizio estate con 11 spettacoli fra antiche corti, casoni, piazze, ville, scuderie e idrovore Artisti di rilievo internazionale protagonisti anche di prime assolute e progetti speciali

Anno dopo anno si è confermato uno degli appuntamenti più attesi dell’estate fra Padova e Venezia. “Scene di Paglia”, il festival dei casoni e delle acque, porta alla ribalta il grande teatro e la musica, in un raffinato e suggestivo connubio tra cultura e territorio. Le piazze, le antiche corti, i casoni strappati dall’oblio, ma anche scuderie, ville rinascimentali e idrovore: da questi eccezionali palcoscenici naturali l’edizione 2017 ha proposto un programma di spessore, con 11 spettacoli, tra cui 5 prime regionali e un progetto speciale, 6 Comuni e 8 luoghi diversi nei quali le diverse espressioni artistiche, dal teatro alla musica, ne sono uscite arricchite e valorizzate.

Essenziale è il dialogo che s’instaura tra le proposte artistiche e i luoghi del festival. Questi spazi pubblici e talvolta anche privati, spesso riscoperti o aperti per l’occasione, hanno consentito in questi anni di Festival di ricucire tra loro elementi di bellezza e di storia di un territorio profondamente segnato da processi di sviluppo incontrollato e non sempre attento alle peculiarità e alla fragilità dell’ambiente.

Anche quest’anno Banca Patavina ha scelto di essere main sponsor di “Scene di Paglia” proprio per valorizzare lo stretto rapporto fra espressione artistica e il territorio, portando le diverse rappresentazioni a dare nuova linfa ai luoghi storici, agli spazi aperti come barchesse e piazze, a simboli del nostro territorio svelati per l’occasione, come i casoni, le idrovore e alcune residenze private. “Scene di Paglia” si distingue per spettacoli dal vivo, molti dei quali di rilievo nazionale e internazionale, prime assolute, anteprime, progetti speciali, percorsi didattici, laboratori, mostre, proponendosi al territorio come occasione per fare rete, non solo sul piano culturale, e far crescere un pubblico attento e appassionato alle espressioni più avanzate delle arti performative.

Sotto il profilo artistico “Scene di Paglia” anche in questa edizione ha saputo dare il massimo, fin dall’evento inaugurale a Piove di Sacco con il trombettista Paolo Fresu, uno dei più grandi nomi del jazz internazionale, salito sul palco con i musicisti del “Devil Quartet”: il chitarrista Bebo Ferra, il bassista Paolino Dalla Porta e il batterista Stefano Bagnoli, tre grandi musicisti e soprattutto tre artisti capaci di influenzare il jazz di Fresu con un tocco di “Italian Style”. Un successo ampiamente annunciato l’atteso ritorno di Marco Paolini al Casone Ramei di Piove di Sacco con il progetto speciale “Maratona Numero Primo”. Fino agli inizi di luglio spazio alla musica e alla prosa con la Compagnia Baccalà, Giulia Facco, Note Noire Quartet, Pino Petruzzelli, Vincenzo Pirrotta, Bartolini Baronio, Paola Roscioli e Le Belle Bandiere.