TAB LATERALE
BOTTONE PAGINE SOCI
 
News BCC territorio e sociale

News BCC territorio e sociale

 
Territorio e Sociale
06/06/2017
Screening cardiologico e aiuto ai disagiati
A Chioggia le iniziative di Caritas, Rotary Club e Banca Patavina

Da una parte la prevenzione delle patologie cardiologiche, dall’altra un aiuto concreto alle persone che si trovano in difficoltà economica. Un duplice fronte d’impegno e di intervento a Chioggia per la Caritas, il Rotary Club di Chioggia e la Banca Patavina, di nuovo insieme per questa importante iniziativa sociale a favore della salute e del benessere della popolazione. Visto il successo delle precedenti attività di screening cardiologico anche quest’anno proseguirà il finanziamento per la valutazione della salute cardiologica dei bambini di Chioggia, in collaborazione con l’Azienda Uls 3. Tra maggio e giugno sono 500 i ragazzi coinvolti in una prima priva visita cardiologica con elettrocardiogramma, alla quale potrebbe seguire, se necessario, un’ecografia per escludere eventuali situazioni che, senza sintomi, necessitino di approfondimenti. «L’intenzione è quella di verificare lo stato di salute cardiologica dei nostri bambini - spiega il primario di Cardiologia dottor Roberto Valle - fornendo nel contempo un elettrocardiogramma che potrà essere usato per ogni necessità. Sebbene la pediatria effettui uno screening capillare al momento della nascita, vi sono dei casi, seppur rari, di cardiopatie nell’età adulta. I bambini sono stati visitati nella propria scuola. E’ il terzo anno di screening, un importante servizio di prevenzione».

Prosegue anche l’impegno a favore delle fasce più deboli e colpite dalla crisi economica con l’iniziativa della Caritas che con l’intervento del Rotary Club di Chioggia e di Banca Patavina, distribuirà un centinaio di “Rotary Card”, tessere magnetiche prepagate, di diverso importo, da utilizzare per l’acquisto di beni di prima necessità. Questo strumento, spiega Don Marino Callegari della Caritas, è stato concepito per educare le persone disagiate ad fare la spesa in maniera consapevole. Le card infatti potranno essere caricate con importi variabili proprio per responsabilizzare le persone aiutate, che dovranno rendicontare con ricevute e scontrini come hanno speso quella somma destinata per l’appunto a beni di prima necessità. Le famiglie individuate dalle strutture sul territorio come bisognose di un aiuto riceveranno la card con cui fare la spesa nei supermercati. Sono previsti anche dei colloqui con assistenti sociali proprio per guidare i beneficiari in questo percorso di consapevolezza, un passaggio culturale necessario per passare dall’assistenzialismo ad interventi mirati a favore di chi vive situazioni di disagio. Una forma di educazione ad un uso corretto e responsabile del cibo e del denaro che si trasforma così in un aiuto concreto e di forte valenza sociale che Banca Patavina intende continuare a sostenere attivamente attraverso la collaborazione con Rotary Club e Caritas locale.