TAB LATERALE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


pagine soci_bcc patavina
 
titolo

News 

 
10/05/2021
Banca Patavina supporta l’Amministrazione Comunale di Monselice, il Consorzio Veneto Garanzie e il Consorzio Fidi Impresa & Turismo Veneto per la firma del protocollo d’intesa

Presenti all’iniziativa i Responsabili provinciali e locali di Confartigianato e Ascom, nonché le banche di Credito Cooperativo del Territorio.

Trentamila euro a favore dei due Consorzi Fidi (15 mila euro a testa) è l’importo deliberato dall’amministrazione comunale di Monselice la scorsa settimana, che attiverà un plafond di quasi 400 mila euro di pratiche finanziabili.

“Con questa delibera – dichiara il sindaco Giorgia Bedin – vogliamo favorire l’accesso al credito agevolato da parte delle aziende del settore del commercio e dell’artigianato di Monselice, che in questo periodo di emergenza sanitaria sono state chiuse e non hanno potuto lavorare”.

“Attraverso il nostro contributo – continua il sindaco – tramite il sistema dei Confidi, sarà possibile azzerare i costi della garanzia a carico delle imprese e garantire un volume di affidamenti pari a 12/14 volte l’importo del contributo che abbiamo assegnato”.

"Un vero lavoro di squadra – conclude il sindaco che ha visto la partecipazione di Comune, Consorzi Fidi, Associazione di Categoria e istituti di credito”.

Come funzionerà? I consorzi fidi hanno stretto accordi commerciali con gli istituti di credito del territorio, tra cui Banca Patavina, grazie ai quali sarà possibile finanziare pratiche fino a 30.000 euro a condizioni molto vantaggiose, quali:

• durata massima del finanziamento di 72 mesi di cui 24 di preammortamento

• garanzia almeno del 50% a prima richiesta;

• tasso di interesse bancario fisso del 0,70% annuo;

• tempi istruttoria bancaria per rilascio finanziamento di 15 giorni;

• nessun costo istruttorio e documentazione istruttoria semplificata ed infine nessuna penale per estinzione anticipata del finanziamento.

“Sarà così possibile iniettare liquidità nel mercato a tassi agevolati e tempi certi – dichiara l’assessore alle Attività produttive Stefano Peraro – penso ai negozi, ai bar ai ristoranti alle attività artigiane che oggi, hanno bisogno di liquidità per ripartire”.