17/04/2021
Distretto del Commercio “Città di Chioggia: partnership tra Banca Patavina, Comune e Associazioni e rilanciare i Centri Storici grazie alla regione

Ieri mattina la giunta comunale ha approvato la documentazione da consegnare alla Regione per riconoscere ufficialmente il “Distretto del commercio città di Chioggia”. Un risultato frutto di un prezioso lavoro di squadra. Una squadra composta in primis dall’amministrazione comunale con a fianco, tutte le realtà commerciali e turistiche del territorio. Lo scopo principale del Distretto, uno strumento già operativo in territori vicini del Basso Polesine e nella Riviera del Brenta, è rivalutare i centri storici inserendovi attività commerciali e pubblici esercizi, sostenendo le imprese con la regia dell'amministrazione comunale.

“Oggi abbiamo compiuto un passo importante, atteso e voluto fortemente dal nostro territorio – ha esordito il sindaco Alessandro Ferro – grazie anche all’impegno dell’assessore Cavazzana, si arriva al compimento di questa istanza, che proseguirà il suo iter in attesa del riconoscimento della Regione. Ringrazio tutte le associazioni di categoria, i partner del nuovo distretto: un’opportunità di fare squadra e di cogliere molte occasioni con i progetti e i bandi del futuro, da qui ai prossimi anni. Sono certo che questa nuova avventura porterà linfa vitale non solo al mondo del commercio, ma anche al turismo e al nostro territorio suo complesso”.

L’attività del Distretto sarà gestita in forma coordinata e unitaria da apposita figura professionale definita “manager di distretto” e da una cabina di regia composta dal comune di Chioggia e dalle due organizzazioni del commercio Confcommercio e Confesercenti, che andranno ad interagire con i portatori di interessi aderenti al distretto: Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare, Banca Patavina, Associazione Artigiani Chioggia Confartigianato, Sst - Società Servizi Territoriali, Arteven, Pro loco, Associazione Albergatori Chioggia, Gebis Confcommercio, Consorzio di promozione turistica Lidi di Chioggia, Consorzio di promozione turistica Con Chioggia Sì, Ascot, ma soprattutto direttamente con le imprese, garantendo il coordinamento necessario per sviluppare strategie e azioni comuni in grado di supportare il sistema del commercio locale.

Sono ben 994 le imprese del commercio e dei servizi presenti nel territorio.

L'accordo di partenariato prevede la partecipazione di AsCom Confcommercio, di Confartigianato, Confesercenti, dell'associazione Artigiani, della società partecipata SST, della Pro Loco, del circuito regionale Arteven, oltre al contributo della Banca Patavina (1050 i soci che vivono e lavorano a Chioggia, 1200 i commercianti e 160 milioni l'investimento nel territorio clodiense) e l'importante "sigillo" della Camera di Commercio, deliberato lo scorso 9 aprile e rappresentato stamane in sala consiliare da Gianni Boscolo Moretto.